Visita alla periferia di Mendoza

03 e 04-05-2016

Visita a Mendoza con Esteban: si è dimostrato molto disponibile nel tour della città, simpatico e preparato. L’esperienza che abbiamo fatto con lui nella scuola è quanto ho più apprezzato in questo viaggio relativamente alla collaborazione con Viaggi e Miraggi. E’ stata una giornata interessante gestita bene sia nei tempi che nei contenuti. Giustamente lui prima ci ha fatto vedere dove i bimbi vivono, dopo li abbiamo incontrati e solo a fine visita ci ha detto quali erano i loro problemi familiari e/o economici per non influenzarci. Esteban è sicuramente una presenza importante in quella scuola, sia dal punto di vista organizzativo che relazionale con i bimbi. Questi ultimi hanno un bisogno di affetto così importante che sono legati moltissimo a lui e sono riusciti pure a trasmettere a noi 3 un affetto incredibile pur in poche ore.

Abbiamo pranzato assieme a tutti loro suddividendoci in tavolate diverse, abbiamo ringraziato i cuochi, poi siamo andate nelle 3 classi per circa 2 orette.

Io sono rimasta nell’aula dei più piccoli e con loro ho disegnato con i colori a tempera. Il materiale limitatissimo mi ha davvero colpito…. Avevano 4 bicchieroni di plastica con 4 colori diversi, alcuni pennelli rovinati e non avevano nemmeno un foglio su cui dipingere…. Il materiale di lavoro era costituito dai tappi di plastica delle bottiglie e da alcuni bicchieri di plastica… Mi ha colpito tuttavia la veloce capacità di apprendimento subito dimostrata. Visto che i loro lavori erano monocromatici ho mostrato alcune combinazioni decorative con diversi colori e tratti e subito mi hanno imitato con una fantasia incredibile.

Rosella è andata nella classe dei “medi” e si è cimentata con la matematica estraendo dalla sua memoria scolastica le tabelline…. 🙂

Stefania è andata nella classe dei “grandi” e ha fatto una “lezione di italiano” cercando di gestire le esigenze di traduzione richieste dai ragazzi.

Abbiamo consegnato ad Esteban il materiale che avevamo acquistato in città per i bimbi (palloni, cartine geografiche e colori).

Abbiamo concluso il pomeriggio con qualche tiro a calcio nel cortile della scuola e dopo amari saluti e forti abbracci siamo rientrate a Mendoza accompagnate da Esteban.

Prima di salutarlo ci è sembrato doveroso lasciare un piccolo nostro contributo ad Esteban al fine che utilizzasse la cifra nella scuola per i “suoi bimbi”, come lui li chiama e ai quali è tanto affezionato da non voler tornare nel suo Cile, dove avrebbe una vita economica sicuramente più semplice.

men5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...